Terrazza Teatro Massimo (FILEminimizer)
Inizia il 10 luglio con l’esecuzione di Vexations di Erik Satie, l’opera più lunga della storia della musica, la stagione estiva del Teatro Massimo. Il concerto, lungo 24 ore, vedrà alternarsi nel foyer del teatro ben cento esecutori, dai pianisti in erba agli esecutori affermati, ciascuno per un quarto d’ora ciascuno (a partire dalle 22, ingresso gratuito).
Il bel programma, che si distingue per l’apertura del teatro alla città, anche attraverso forme musicali non convenzionali come il concerto Sirene per mare- Sinfonia per grandi navi il 14 luglio (una sinfonia commissionata dalla Fondazione del Teatro Massimo per il Festino di Santa Rosalia al compositore americano Alvin Curran, che vedrà sette navi da crociera fare da soliste con le loro sirene e decine di barche dei diportisti “rispondere”, proprio come in un’orchestra) prevede concerti in luoghi suggestivi come il Castello Utveggio, che ospiterà tre eventi dedicati alle stelle, protagonisti grandi personaggi e capolavori della musica del Novecento (il 12 luglio, il 5 e 9 agosto); e concerti al Teatro di Verdura, tutti legati all’unico filo rosso della cultura popolare.
La chicca da non perdere è senza dubbio il 9 agosto, quando, per la Notte di San Lorenzo, il Teatro mostrerà per la prima volta la sua straordinaria terrazza con vista mozzafiato e tutte le sale risuoneranno di suggestioni sonore e musiche ispirate alla notte di ferragosto: Pat Metheny, Piovani, De Gregori, il suono reale dei pulsar. Informazioni QUI

Autore

Redazione Sikania