Viktoria Mullova, l’elegante violinista russa considerata tra le prime dieci interpreti al mondo, firma l’inaugurazione della nuova stagione di Palermo Classica: domani sera alle 21 nell’atrio della GAM, affronterà infatti l’unico ”Concerto per violino e orchestra” composto da Beethoven: suona uno Stradivari “Jules Falk” del 1723, acquistato a un’asta da Sotheby’s ed un Guadagnini del 1750. Il concerto sarà completato dalle seducenti e orientaleggianti “Mille e una notte” musicate da Rimsky-Korsakov, dalla raccolta dell’arabista francese Jean-Antoine Galland. Quattro episodi separati raccontano le storie meravigliose narrate da Shéhérazade all’austero marito, il sultano. Arman Tigranyan dirige l’Orchestra Sinfonica Palermo Classica. Biglietti: 29/24/19 euro.

Domenica 29 luglio alle 21 si inaugura invece la rassegna “satellite” allo Steri: con il primo gradito ritorno (ce ne saranno diversi lungo l’intera stagione), quello dell’affascinante moldava Rusanda Panfili – nota per essere la violinista di punta dello spettacolare Hans Zimmer World Tour, oltre che acrobata e designer – che si unisce per l’occasione all’altrettanto attesa pianista polacca Julia Kociuban, particolarmente apprezzata nel cartellone invernale dedicato a Chopin. Insieme proporranno un viaggio tra le impressioni e le emozioni di Ravel, Franck e Bartòk. Biglietti: 14,50 euro.

Tra gli altri appuntamenti del cartellone di Palermo Classica, la pianista ucraina Valentina Lisitsa che ritorna per il secondo anno consecutivo per tre diversi appuntamenti (9, 12 e 14 agosto); il soprano Desirée Rancatore (2 agosto), il pianista georgiano Alexander Toradze (8 settembre), il fisarmonicista Mario Stefano Pietrodarchi (7 agosto), ma l’elenco è molto più lungo e si chiude con un concerto di pezzi inediti, commissionati per l’occasione a venti compositori, e dedicati a Palermo. Venti concerti in tutto, undici grandi solisti che suoneranno con la giovane ma cosmopolita orchestra sinfonica Palermo Classica alla Galleria d’arte moderna; più nove recital da camera nel cortile dello Steri. La stagione è stata curata fino alla scorsa edizione da Girolamo Salerno, ideatore del Festival Palermo Classica, che oggi cede la direzione artistica ad Arman Tigranyan. La stagione è inserita nel cartellone di Palermo Capitale italiana della Cultura.

Prossimi concerti

Il 2 agosto è la serata di Desirée Rancatore, che si tufferà in un delicato ma conosciutissimo programma dedicato al Bel Canto, attraverso arie, romanze, serenate, accompagnata dall’orchestra sinfonica di Palermo Classica diretta da Arman Tigranyan.

Biglietti

Tra 15 e 29 euro, per la GAM, a seconda del concerto e della tipologia di posto. Biglietti per lo Steri: 14,50 euro. Abbonamenti (5 diverse tipologie) tra 62 e 219 euro. Informazioni, prenotazioni e abbonamenti: 091 33.22.08.
Sede Accademia Palermo Classica: via Paolo Paternostro 94.
www.palermoclassica.it

Navetta

Anche quest´anno Palermo Classica mette a disposizione degli abbonati, una navetta gratuita a/r, per i soli concerti alla Galleria d’Arte Moderna, con partenza da piazza Croci e una fermata al Central Parking di via Mariano Stabile 10 dove è disponibile il parcheggio gratuito.

Autore

Simonetta Trovato