Al via la nuova stagione concertistica della Fondazione The Brass Group con il talentuoso artista di fama mondiale Richard Bona

Cartellone ricco di concerti con le stelle internazionali di musica jazz nello storico Real Teatro Santa Cecilia di Palermo.

«Immaginate un artista con la tecnica virtuosistica di Jaco Pastorious, la dolcezza vocale di George Benson, la sensazione armonica di Joao Gilberto, mescolata alla cultura africana. Signore e signori, vi presentiamo Richard Bona!» Così il LOS ANGELES TIME descriveva l’arte musicale del grande interprete camerunense.

Sarà il grande artista Richard Bona, talentuoso bassista, multistrumentista e vocalist, che inaugurerà la stagione di una tra le più antiche Istituzione di musica jazz del nostro Paese, la Fondazione The Brass Group. Il sipario dello storico Real Teatro Santa Cecilia si aprirà dunque martedì 17 ottobre con un primo turno alle ore 20.35 ed uno successivo alle ore 22.15, grazie all’atteso concerto della star africana. Ed è proprio Bona che afferma: “la musica abbraccia le differenze e riunisce le genti cosa che non riescono a fare la politica e la religione”. Personaggio ben noto agli appassionati di jazz, l’artista internazionale si è oramai imposto all’attenzione generale come uno dei più originali musicisti nell’ambito di quell’area che tende ad una fusione, non di facciata, della musica africana con altre espressioni. Strumentalmente, egli è un vero e proprio virtuoso ma questa sua straordinaria abilità tecnica mai è fine a sé stessa essendo, piuttosto, messa al servizio dell’intero gruppo. Di lui si dice che porta in tutto il mondo il suo sorriso e la sua eleganza musicale, che sia un artista in cui si fondono i virtuosismi di Jaco Pastorious, la fluidità vocale di George Benson, il senso dell’armonia e della canzone di Joao Gilberto, il tutto mixato con la cultura africana. Noto anche per aver fatto parte del gruppo Steps Ahead, si è esibito su molti palcoscenici e con diversi artisti del calibro, ad esempio, di Bobby McFerrin, Pat Metheny, Joe Zawinul, Chick Corea, Herbie Hancock, Paul Simon, John Legend e Stevie Wonder. Con numerosi premi, spettacoli e anni di esperienza al suo attivo, Bona è diventato uno dei più ricercati musicisti di questa generazione. Al Santa Cecilia, Bona sarà accompagnato dalla band Mandekan Cubano (cinque veterani della scena musicale latina Downbeat di New York), con cui ha fuso artigianalmente suoni e culture, riuscendo nell’impresa di parlare il linguaggio universale della musica.

La nuova stagione concertista della Fondazione The Brass Group, giunta alla sua 43° edizione, si presenta dunque ricca di sonorità grazie ad un calendario variegato che prevede le performances di grandi artisti internazionali in ambito jazz e soul e dell’Orchestra Jazz Siciliana con il suo resident conductor, Domenico Riina. Da quest’anno, inoltre, per soddisfare le numerose richieste di abbonamenti, è previsto un doppio turno: uno alle ore 20.35 ed un secondo alle ore 22.15.

Sedici rispettivamente gli spettacoli in entrambi i turni e tanti i grandi nomi che calcheranno il palco del Real Teatro Santa Cecilia, l’unico teatro pubblico storico che esista al mondo destinato al jazz, e proprio sul programma interviene il Maestro Ignazio Garsia, presidente della Fondazione «quest’anno abbiamo voluto attribuire al cartellone una particolare importanza sia perché rappresenta il definitivo rilancio del Brass, sia perché intendiamo restituire a Palermo, proprio nell’anno in cui sarà capitale della cultura, il ruolo interpretato fin dagli anni Settanta di capitale tra le più importanti del jazz europeo. Per raggiungere tale obiettivo ci siamo impegnati in modo particolare sul fronte artistico con un maggior coinvolgimento di musicisti internazionali. Tra questi ricordiamo la leggendaria pianista e compositrice statunitense Carla Bley, il grande trombettista Tom Harrell, il gruppo dei figli di Dave Brubeck, il talentuoso chitarrista Pat Martino e la nostra Orchestra Jazz Siciliana, cui è affidata la colonna sonora dell’intera stagione. Una particolare attenzione è stata riservata al jazz femminile splendidamente rappresentato da Carolina Bubbico, Simona Molinari, Letizia Gambi, Camille Bertault, Marta Pereira da Costa, Carolina Eyck e le Robin Gals». Questi sono solo alcuni nomi che firmeranno una stagione di alto livello artistico-musicale del jazz internazionale.
Da quest’anno, inoltre, la Fondazione ha attivato, oltre all’acquisto online dei biglietti tramite il circuito www.ticksweb.com e i punti vendita autorizzati, altri due punti di prevendita, uno presso il Real Teatro Santa Cecilia (Piazza Santa Cecilia n. 5 – 90133 Palermo – 091\ 88 75 201, 091 88 75 119, dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.30 sino alle 12.30, ed un altro presso Santa Maria dello Spasimo (Via dello Spasimo, n. 15 – 90133 Palermo – 091 77 82 860, 091 77 82 861) dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 15.30 alle 19.30. Infoline Fondazione The Brass Group: 091 778 2860 – 3312212796, info@thebrassgroup.it, www.thebrassgroup.it.

L’Ufficio Stampa Fondazione The Brass Group

Autore

Redazione Sikania

Lascia un commento