Il grande maestro olandese arriva a Monreale grazie alla innovativa mostra multimediale che consente di immergersi nelle sue opere. È una delle prime iniziative di Palermo capitale italiana della cultura 2018

Il Complesso Monumentale Guglielmo II occupa gli spazi che un tempo ospitavano il convento dei frati benedettini ai quali il re normanno Guglielmo II aveva affidato la cura della grande cattedrale di Monreale (alcuni dettagli di questo primo edificio sono ancora visibili, ad esempio avanzi dell’antica pavimentazione).

Adibito a sede della Galleria Civica d’Arte Moderna G. Sciortino, da ieri e fino al prossimo 29 aprile il complesso ospiterà la mostra Van Gogh Multimedia Experience, un evento (curato da BICUBO di Milano) molto atteso dopo il grande successo ottenuto a Taormina negli scorsi mesi.

L’inaugurazione è stata celebrata con una sontuosa sfilata di moda degli abiti della stilista palermitana Paola Filippone che ha presentato abiti ispirati a temi e colori del grande pittore, fra cui “Starry night”, ideato dalla creatrice Gisella Scibona ispirandosi al celebre dipinto del maestro olandese.

Il percorso artistico si dipana fra le sale proponendo una “full immersion” nella vita del pittore con proiezioni su diversi grandi monitor, la visione in video di molti dipinti e disegni realizzati nel corso della sua esistenza, completata con informazioni in italiano ed inglese. A scorrere immagini di paesaggi, dei fiori, di ritratti e autoritratti composti dalla tavolozza del genio olandese: migliaia di immagini in un carosello infinito di colori e luci e musica. In più una particolare “chicca”: la ricostruzione della “Camera da letto” di Van Gogh, dipinta nel 1889, e ricostruzioni in 3D di opere che il visitatore può ammirare in tutta la loro bellezza utilizzando la realtà virtuale a 360 gradi con un apparecchio speciale.

La mostra si visita da lunedì a giovedì e la domenica 9,30 – 19,30; venerdì e sabato ore 9,30 alle 21,30.

Autore

Redazione Sikania

Lascia un commento