Il pendant primaverile al Carnevale è la Festa dei Fiori: da oggi a domenica ad Acireale sfilano sette giganteschi carri coperti di garofani. E poi mercatini, spettacoli, show cooking… (senza dimenticare la “mitica” granita)

Con l’apertura degli stand di due mercatini, uno di fiori e uno di artigianato (rispettivamente in via Ruggero Settimo e in Piazza Garibaldi), inizia oggi il lungo weekend della Festa dei Fiori che, alla sua terza edizione, richiama ad Acireale migliaia di visitatori. I protagonisti assoluti sono sette carri allegorici infiorati che sfileranno nel centro storico acese, decorato per l’occasione con installazioni floreali e animato da numerose iniziative collaterali. Apriranno al pubblico anche il Museo dei Pupi (via Alessi), la mostra fotografica e filatelica “La Festa dei Fiori. La tradizione si fa arte” e il Museo delle Uniformi Storiche (entrambi al Palazzo di Città). Ancora, si potranno visitare l’esposizione dei carri in miniatura (Corso Umberto) e la Bottega della Cartapesta (Piazza Duomo).

La manifestazione è molto ricca, come nella tradizione del carnevale (l’organizzazione è proprio della Fondazione del Carnevale di Acireale, insieme all’amministrazione comunale), con appuntamenti per tutti i gusti e tutte le età (per il programma completo e informazioni c’è il sito dedicato: www.lafestadeifiori.it).

Vale la pena approfittarne per visitare la bella Acireale, con le sue eleganti chiese barocche e i bei palazzi di antiche nobiltà. Senza dimenticare che siamo in una delle località siciliane più rinomate per la qualità della granita, e con il caldo di questi giorni non c’è niente di meglio per rinfrescarsi con gusto.

Autore

Redazione Sikania