Edizione n°5 per Rubino, la manifestazione che celebra il vino ma anche il patrimonio monumentale, enogastronomico, architettonico e paesaggistico di Scicli, con tante novità

Il vino è il primo protagonista di Rubino, l’evento che l’associazione SEM, Spazi Espressivi Monumentali, organizza da cinque anni a Scicli. Le date di questa quinta edizione sono quelle del lungo weekend dell’Immacolata, tre giorni, dall’8 al 10 dicembre, in cui il pittoresco centro storico sciclitano accoglierà i profumi e i piaceri del gusto e della vista tra incontri, eventi, dibattiti, degustazioni e passeggiate.

Sebbene la manifestazione sia nata come evento di promozione del territorio attraverso il vino, nel tempo si è evoluta per accogliere anche molti altri prodotti, né mancano gli eventi collaterali. Come “Mangiare sano” un “Talk&food”, organizzato da Slow Food e Casa Morana, per approfondire l’importanza della sana alimentazione e promuovere i prodotti di qualità del territorio ibleo; e come gli “Aperi–Chef” (sabato e domenica alle 18), durante i quali lo chef Luca Giannone, insieme ai suoi colleghi chef sciclitani, preparerà in diretta stuzzicanti finger food per un aperitivo a più mani. Ci saranno poi passeggiate guidate nel centro storico, degustazioni di vino e un ampio spazio Expo, il 9 e 10 dicembre (Chiostro Del Carmine, Palazzo Busacca) dove produttori locali esporranno vini, prodotti agroalimentari e artigianato. Una trentina le cantine che saranno presenti quest’anno.

I ristoratori locali partecipano proponendo ai propri clienti un “piatto rubino”, basato sulle eccellenze del territorio. Tutte le info sul sito www.rubinoscicli.it.

Rubino è una delle iniziative di SEM, un’associazione creata cinque anni fa da un gruppo di giovani sciclitani, intenzionati a puntare sulle proprie competenze e professionalità per creare nuove e interessanti opportunità di sviluppo nella Sicilia sud-orientale.

Autore

Redazione Sikania

Lascia un commento