Costumi tutt’altro che classici, quelli di Misterbianco. La cittadina in provincia di Catania è famosa per le sfilate dei “costumi più belli della Sicilia”, elaboratissime costruzioni colorate di stoffa, metallo, lustrini e altro ancora. Domani, Martedì grasso, la sfilata principale

Non lontano da Catania, Misterbianco è una delle località del carnevale siciliano. A differenza di altre città, però, qui i protagonisti non sono i grandi carri allegorici di cartapesta, con il loro messaggio parodistico, ma le maschere. E, ancora una volta, non pensiate di imbattervi in arlecchini e damine: qui le maschere sono molto, molto più elaborate.

Il cuore dell’evento è la sfida fra le associazioni cittadine che di anno in anno, seguendo ciascuno un tema diverso, si affrontano “a colpi di fantasia” sfilando in lunghi e articolati cortei. Sono centinaia i figuranti che, per ciascun comitato, sfilano danzando e piroettando per mostrare a tutti la bellezza, grandezza e particolarità dei costumi. Questi ultimi sono delle vere e proprie opere di ingegneria sartoriale, e per la realizzazione non si lesina nulla: per rivestire le elaborate impalcature di fil di ferro e gommapiuma vengono utilizzati chilometri di raso e tulle, fiumi di piume e paillettes, senza contare il trucco elaboratissimo.

Le associazioni lavorano per settimane per mettere insieme i costumi più originali e la sfilata di maggiore impatto, inserendo nel proprio gruppo anche piccoli carri su cui i ballerini non smettono di danzare, bande musicali e proponendo singoli costumi che sono vere e proprie macchine sceniche in sedicesimo.

La sfilata finale è in programma domani a partire dalle 16,30, lungo il circuito cittadino (da piazza XXV Aprile a via Garibaldi) e si concluderà con la premiazione dell’associazione. Sarò anche l’occasione per visitare il museo dei “Costumi più belli di Sicilia”, realizzato all’interno di un vecchio stabilimento industriale (via Municipio 319).

La diretta della sfilata di ieri, dalla pagina Faebook Misterbianco Channel TV:

Autore

Redazione Sikania