Chiese, palazzi, mostre, tetti e cripte: domani sera torna a Catania la Notte dei Musei, per scoprire le tante ricchezze della città etnea al chiaro di luna.

Il programma della Notte dei Musei a Catania, domani 16 dicembre, occupa diverse pagine. A partire dalle 19, difatti, saranno tantissimi i palazzi, le chiese e i luoghi della cultura aperti dalle 19 fino a mezzanotte, per una full immersion nella grande offerta culturale della città etnea.

Saranno liberamente fruibili il Palazzo della Cultura, dove si potrà visitare gratuitamente, con una guida, la mostra Soft Wall di Pablo Echaurren (prenotazione richiesta al 331 9178544), e le chiese di S. Giovanni Battista, di S. Camillo dei Mercedari, di S. Sebastiano, di San Nicolò l’Arena e la Chiesa-oratorio S. Filippo Neri mentre, con ingresso a pagamento saranno aperti, fra gli altri, il Castello Ursino, dove è allestita la mostra Tesori Nascosti, da Giotto a De Chirico, le Terme Achilliane e il Museo Diocesano, la Badia di Sant’Agata, la Casa Museo dello scrittore Giovanni Verga, l’Herborarium Museum. Qui, alle 22,30 andrà in scena Ettore Majorana. Mistero di un genio catanese (di e con Rodolfo Torrisi): la misteriosa vicenda di Ettore Majorana, genio catanese della fisica, scomparso nel nulla nel marzo del 1938, sarà narrata da tre personaggi che ci condurranno nel cuore di uno degli enigmi più intricati e affascinanti della nostra storia.

Da segnalare anche, presso il Polo Tattile Multimediale della Stamperia Braille, la visita al Giardino Sensoriale (ore 17 – 22), che si effettua con una mascherina sugli occhi per impedire di vedere, arricchita, visto il periodo, dalla presenza di un pino e un abete, che si potranno toccare e annusare, scoprendo così un’altra maniera di vivere l’atmosfera natalizia, quella dei non vedenti. Il prezzo del biglietto (2,50€, esclusi i disabili e i loro accompagnatori, e i bambini under 10) comprende un ingresso, con consumazione, nel Bar al buio, il primo permanente in Italia, e il tour del Museo tattile Borges, per comprendere come le opere d’arte o i monumenti possano essere apprezzati non solo guardandoli ma anche toccandoli. Ci sono i plastici del Palazzo municipale di Catania, del Teatro Massimo Bellini, del Colosseo, della Torre Eiffel, della Moschea Blu di Istanbul e delle Piramidi. Ci sono poi, in rilievo, le riproduzioni di quadri dipinti da Michelangelo e Caravaggio, e sculture come il David di Donatello.

Ancora, la passeggiata guidata “Su e giù per le scale, tra cupole e cripte”, sui tetti della città alla scoperta di scorci insoliti del barocco dall’alto delle cupole della Badia di S.Agata e del camminamento del Tempio Mirabile di San Nicola per poi proseguire alla scoperta di luoghi sotterranei come la cripta del compatrono Euplio (a cura dell’Associazione Guide Turistiche Catania, prenotazioni 333 3860674).

Autore

Redazione Sikania