Palazzo Mirto sorge nel cuore della Kalsa, in una strada stretta, non lontano dalla Piazza Marina. Il grande portone è sormontato dallo stemma in pietra della famiglia Filangeri, fino al 1983 padrona del palazzo. A quell’anno risale infatti la donazione, da parte dell’ultima erede, la principessa Maria Concetta, in favore della Regione Siciliana. Donazione voluta per rispettare le volontà del fratello e subordinata a un’unica condizione: che il palazzo fosse aperto al pubblico. E così oggi la grande dimora è “museo di se stessa” con pregevolissime collezioni di oggetti d’arte custodite nei sontuosi saloni.

Palazzo Mirto è rimasto intatto nel suo aspetto settecentesco, con sale e saloni uno dietro all’altro, intorno a un terrazzo dominato da una straordinaria fontana incrostata di conchiglie e affiancata da voliere in ferro battuto. Tutte le stanze sono decorate con grande ricchezza: tappezzerie e cortinaggi in seta e velluto, doviziosamente ricamati, affreschi e stucchi sono degna cornice di dipinti, lampadari e mobili di notevole valore antiquario. Nelle vetrine e sui ripiani dei mobili, vasi cinesi, fragili oggetti di vetro, statuine di Capodimonte, ventagli, orologi, tabacchiere, reperti archeologici. Tra quei mobili e quegli arredi si intuisce la passione del collezionista amante del bello, ma si sente anche il frusciare di sete eleganti, l’odore di profumi raffinati, la musica di orchestrine al lume di candela. In una parola la vita della nobiltà siciliana di tre secoli fa.

Un’atmosfera che sarà ricreata, sabato (dalle 9 alle 17) e domenica (dalle 9 alle 13), dalle guide abilitate di Palermo in occasione della Giornata Internazionale della Guida Turistica in collaborazione con CULTURALAB. Con “Un salto nel ‘700”, le guide vi porteranno alla scoperta delle stanze più belle di Palazzo Mirto, della sua storia e dei suoi segreti, indossando abiti d’epoca. Sarà possibile visitare sia il primo che il secondo piano dell’antica dimora della famiglia Lanza-Filangeri. Durante le visite saranno eseguite le musiche di W. A. Mozart e G. Gilli con un’arpa tripla barocca.

Il costo del biglietto per visitare Palazzo Mirto (via Merlo, 2) è di € 6 più un contributo di € 4 che verrà devoluto in beneficenza alla “Missione e Carità” di Biagio Conte. Per info o prenotazione inoltrare un messaggio WhatsApp al 335 8111954 o al 331 6220292 o scrivere a info@guidepalermo.it

Autore

Redazione Sikania