Piano City torna a Palermo con tre giorni di eventi, dal 5 al 7 ottobre, e una ricca offerta di percorsi musicali, con oltre 65 concerti per 90 ore di musica, dal centro storico a quartieri come Danisinni, Ballarò e Brancaccio.

Come accade a Milano, Piano City vuole essere colonna sonora della città, ideale simbiosi musicale dell’identità di Palermo. Piano City Palermo propone un viaggio musicale alla scoperta di una grande città affacciata sul mare, nel cuore del Mediterraneo. Dal tramonto all’alba e dall’alba al tramonto, dall’antico quartiere della Kalsa all’imbarco dei pescherecci alla Cala, al golfo di Mondello, il pianoforte illuminerà il volto di una città che sta riscoprendo il suo rapporto con il mare.

I concerti di Piano City si terranno nei luoghi che meglio rappresentano la storia e le recenti trasformazioni di Palermo: dai terreni che accoglievano un tempo le acque del Papireto ai nuovi cantieri della creatività giovanile, dal porto ai quartieri più lontani dal centro. Tra questi il porticciolo della Cala, la spiaggia di Mondello, il Teatro Massimo, i Cantieri Culturali alla Zisa, Palazzo Forcella de Seta e i quartieri di Danisinni e Brancaccio. Attraverso concerti, pianoforti speciali, laboratori e tributi ai grandi maestri, chiunque potrà esplorare la città, riscoprire attraverso la musica i suoi angoli più caratteristici e addentrarsi in piazze e cortili fino a ieri sconosciuti. La direzione artistica è curata da Ricciarda Belgiojoso, dal 2016 alla direzione di Piano City Milano. «Le grandi novità di questa edizione sono i concerti che durano tutta la notte, anche dal tramonto all’alba sulla spiaggia di Mondello, e gli House Concert – spiega – sentiamo  un’accoglienza calorosa da parte della città e siamo particolarmente grati ai palermitani che hanno voluto aprire le loro case a Piano City condividendo lo spirito di partecipazione che è l’anima stessa del festival».

I concerti di questa edizione si snodano in particolare lungo due itinerari, uno affacciato sul mare e l’altro nel cuore della città, lungo via Maqueda e il Cassaro. A inaugurare Piano City Palermo sarà Davide Cabassi, top-prize winner Van Cliburn International Piano Competition 2005 con una brillante carriera come solista e collaborazioni con le maggiori orchestre europee ed americane, che con Piano City debutta a Palermo. Venerdì 5 ottobre alle 20.00 nella Chiesa di Santa Maria dello Spasimo esegue grandi classici del repertorio: le sonate Patetica e Chiaro di Luna di Beethoven e i Quadri di un’esposizione dei Musorgskij. Sempre venerdì 5 ottobre dalle 23 alle 6 del mattino seguente nel Foyer del Teatro Massimo Nicolas Horvath eseguirà tutta la produzione pianistica di Erik Satie, in una non stop di sette ore. I concerti sul mare inizieranno all’alba di sabato 6 ottobre alla banchina della Cala con le musiche originali del giovane compositore italo-turco Francesco Taskayali; dalle 6.30 gli spettatori potranno ascoltare le note del pianoforte nel suggestivo scenario del porto al sorgere del sole.

Ci saranno il concerto dal tramonto di sabato all’alba di domenica sulla spiaggia di Mondello con Marino Formenti, sulle Mura delle Cattive, sul Cassaro, dove domenica a mezzogiorno Fabrizio Grecchi suonerà un pianoforte posizionato su un balcone affacciato su via Vittorio Emanuele (n. 164). E ancora nel quartiere di Danisinni, con Marcelo Cesena e il suo omaggio a Ennio Morricone (domenica alle 17) e a Brancaccio, dove Davide Santacolomba eseguirà musiche di Debussy, Schubert e Chopin per rendere omaggio a Pino Puglisi (domenica ore 12,30). Chiude Piano City Palermo domenica 7 alle 21.30 Niklas Paschburg, il giovane tedesco di punta della scena neoclassical che ha già riscosso consensi in tutta Europa con le sue composizioni dai suoni ipnotici e coinvolgenti, tra musica elettronica, ambient e minimalista. Paschburg suonerà musica elettronica alla Vucciria, nel cuore della città vecchia.

Il Festival è organizzato da Piano City Milano, dalla Fondazione Teatro Massimo e dal Comune di Palermo, in collaborazione con il Conservatorio di Palermo, e realizzato grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo, GNV e Fastweb. Hermès abbraccia la manifestazione con la sua “Fondation d’Entrepise Hermès “ attraverso il sostegno di giovani talenti.
Tutti gli appuntamenti di Piano City Palermo sono a ingresso libero fino a esaurimento posti, salvo differenti indicazioni riportate sul programma in corrispondenza di ciascun evento. I dettagli dei programmi dei concerti sono indicati sul sito.

Autore

Redazione Sikania