Lungo la costa e attraverso l’interno, i vecchi treni consentono di gustare al meglio non solo i paesaggi e i tesori storici e archeologici della Sicilia, ma anche i suoi sapori tipici.

Il fascino senza tempo dei vecchi treni, la bellezza del paesaggio siciliano, la ricchezza dei suoi sapori tradizionali: mettendo insieme questi tre elementi vincenti si ottiene “I treni storici del gusto”, l’iniziativa turistica di Fondazione FS Italiane e Regione Sicilia che prenderà l’avvio il prossimo 28 luglio. A bordo di storiche carrozze ferroviarie degli anni Trenta, sarà possibile percorrere la linea storica Agrigento – Porto Empedocle, con accesso diretto al meraviglioso parco archeologico di Akragas; andare da Palermo a Segesta, col suo magnifico tempio del V sec. a.C.; visitare la villa romana del Casale di Piazza Armerina, con i celebri mosaici romani del IV sec. d.C., e l’area archeologica di Morgantina, nei pressi di Aidone, che conserva importanti resti dell’antica città greca del III-IV sec. a.C. E, ancora, si viaggerà a bordo della Ferrovia del barocco che unisce Siracusa e Ragusa attraversando Modica, Noto, Scicli, Ragusa Ibla, e le belle linee costiere, la jonica e la tirrenica, che condurranno il viaggiatore lungo itinerari che comprendono alcuni dei centri più importanti della storia e della cultura siciliane: Taormina, Catania, Cefalù, Palermo e Messina.

Foto di Pucci Raeli

Il primo appuntamento, il 28 luglio, è un viaggio da Agrigento Centrale a Porto Empedocle. L’abbinamento gastronomico è con i pani votivi, le feste del mare e i dolci conventuali. L’indomani si parte da Catania centrale alla volta di Piazza Armerina con il “treno delle dolci devozioni”. Il programma prosegue per tutta l’estate e l’autunno, con gli ultimi due appuntamenti il 9 dicembre: da Caltanissetta e da Catania i treni storici partiranno alla volta di Modica. Il tema, naturalmente, non può che essere il cioccolato (ma anche altre dolcezze, come il torrone). Su questo sito è possibile trovare il calendario dettagliato dei viaggi programmati con dettagli sui singoli eventi, ma anche informazioni sulle modalità per l’acquisto dei biglietti, sugli itinerari turistici, sul materiale rotabile storico utilizzato e su tanti altri dettagli utili al viaggiatore.

Autore

Redazione Sikania