Eventi, degustazioni di cibo e vino, convegni sull’agroalimentare in un itinerario tra vigneti, prodotti tipici, vini, sculture naturali della lava dell’Etna: ecco cosa offre ViniMilo, la manifestazione che da 38 anni presenta a esperti e non la ricchezza enologica (e non solo!) del vulcano.

Lo storico borgo fino al 9 settembre attende dunque cultori e addetti ai lavori, enogastronauti a caccia di cantine blasonate e pietanze gourmet, winelovers, curiosi e appassionati della civiltà del vino. L’evento, organizzato dal comune di Milo in sinergia con diversi partner privati, ha un programma molto fitto: oltre alle cene-degustazioni (con acquisto on line del ticket e rilascio di QRCode per semplificare la partecipazione degli ospiti) e agli approfondimenti tecnico-scientifici su rossi, bianchi, bollicine, vigne “vulcaniche”, paesaggi Unesco, progetti comunitari, olii d’oliva e formaggi, ViniMilo 2018 dedica un focus specifico ai 50 anni della Doc Etna, denominazione istituita proprio nell’agosto del 1968 per la produzione, con vitigni autoctoni, di etichette di Rosso, Rosato, Bianco e Bianco superiore (quest’ultimo esclusiva del territorio di Milo).

Meno “tecnici” gli appuntamenti nei weekend: l’1 e 2 e l’8 e 9 settembre Milo aprirà piazze e vicoletti a famiglie ed escursionisti per le degustazioni di vini d’autore “made in Etna” da scegliere fra decine di etichette, contornate dagli stand dei cibi di strada, dei presìdi Slow Food, dei mercatini bio e a km zero, degli artigiani al lavoro con i “mestieri di una volta” e musica dal vivo. Alle 19, la scalinata di Largo dei Mille ospiterà nei due weekend l’Enoteca letteraria, spazio per autori ed editori con libri dedicati al mondo del vino. Nelle due domeniche, alle 9 del mattino, in programma escursioni nei boschi con le guide del CAI.

Fra gli appuntamenti da segnalare sicuramente la grande festa del cibo siciliano Straordinario, il 30 agosto nell’azienda del Barone di Villagrande, con venti chef provenienti da tutta Italia, sedici cantine dell’Etna e dodici maestri dello street food (per prenotare chiamare 095 7082175 o 338 8297480). Un appuntamento goloso dedicato al cibo con t anti grossi nomi della cucina italiana come Filippo La Mantia, con la sua personalissima interpretazione della cucina palermitana, Eugenio Roncoroni che porterà una ventata di internazionalità sulle pendici dell’Etna con i suoi piatti curiosi ispirati ad altre cucine del mondo, Simone Padoan che metterà in scena la sua celebre visione di pizza innovativa e lievitati gourmet, Gabriele Bonci il re della pizza a taglio. E ancora Accursio Craparo, che mescola tradizioni gastronomiche della Sicilia orientale e occidentale con uno stile inedito e Tony Lo Coco che stupirà con i suoi panini d’autore. Tanto spazio anche a produttori, aziende agricole, e realtà ristorative innovative: dalla porchetta di suino nero dei Nebrodi cotta alla brace di Giuseppe Oriti, ai pitoni fritti di Tommaso Cannata, dalla mortadella d’asino di Massimo Castro ai formaggi di bufala siciliana di Bubalus e ai prodotti del fornaio Francesco Arena… solo per citarne alcuni.

Tutti i dettagli e le info sul sito della manifestazione, dove si possono anche acquistare tutti i biglietti.

Autore

Redazione Sikania