Sciare guardando il mare non è un’attività comune, ma in Sicilia si può fare. Ora che le condizioni climatiche hanno permesso un buon innevamento delle nostre vette, non resta che mettere gli sci ai piedi e godersi lo spettacolo.

A differenza di quel che accade nelle più rinomate stazioni sciistiche del nord Italia, in Sicilia non viene mai utilizzata la neve artificiale. Non i cannoni sparaneve, insomma, ma solo il meteo decide quando può cominciare la stagione sciistica, e così abbiamo dovuto attendere l’intensificarsi del freddo. Già da un paio di settimane gli impianti di Piano Battaglia e quelli di Etna Nord / Piano Provenzana sono entrati in funzione a pieno regime, mentre da ieri si scia anche sul versante sud del vulcano, a Nicolosi. Qui la pista aperta è quella servita dalla funivia, un tracciato spettacolare lungo circa 3km, con vista sul mare!

La possibilità di sciare guardando il mare è il valore aggiunto per chi sceglie l’Etna come sua stazione da sci. Meno glamour di tante località alpine, il vulcano è però un mondo a parte, con le colate laviche che creano straordinari contrasti cromatici col candore della neve, i fitti boschi e, tutt’intorno alle falde, borghi e città di grande bellezza. Oltretutto, tornando agli sport invernali, il rischio valanghe è assai remoto, anche se, ovviamente, chi decide di avventurarsi nei fuori pista deve sempre fare attenzione.

A Piano Provenzana sono in funzione tre skilift e una seggiovia quadriposto a servizio di quattro piste rosse e due blu. C’è anche un tapis roulant per i principianti. I fondisti possono scegliere i percorsi a loro dedicati oppure seguire quelli utilizzati per le passeggiate naturalistiche, predisposti dalla forestale, avendo cura di raggiungere almeno quota 1800, per un adeguato innevamento. Sul versante nord c’è un percorso fra gli alberi di circa 5 km, con partenza da Monte Conca, a sud due anelli per lo sci di fondo si trovano a Piano Vetore (1800 m slm), per un totale di 10 km di lunghezza.

A Piano Battaglia, sulle Madonie – le Dolomiti di Sicilia – attualmente ci sono quattro piste, tutte messe a punto dai nuovi mezzi per garantire discese piacevoli e in sicurezza. Sparviero, lunga 3km, inizia a 1800 metri d’altezza circa, una quota dalla quale, prima di lanciarsi in discesa, si può apprezzare una splendida e ampia vista che nelle giornate limpide comprende l’Etna e il mare. È una pista rossa, così come la nuova pista La Porta – La Farina. Più impegnativa la pista nera Mollica, che si snoda fra i faggi, ed è stata resa accessibile dopo una chiusura di tre decenni. Infine la pista Scoiattolo, una pista blu, più semplice. A Piano Battaglia è stato realizzato il campo scuola Marmotta, con un tapis roulant, un “Fun Park” dove è possibile divertirsi con bob e slittini, e la pista per lo sci di fondo Battaglietta.

Autore

Redazione Sikania